Che cos’è la Link Earning: la link building di qualità

Ogni agenzia SEO attenta ai mutamenti del web non ha potuto non notare come Google stia velocemente e costantemente riorganizzando il proprio modo di dare valore ai siti web e, di conseguenza, di gerarchizzare i risultati di ricerca. Tra i principali focus cui gli addetti ai lavori stanno riflettendo ormai da anni vi è sicuramente quello relativo alla link building, ovvero alle strategie di acquisizione di link verso il proprio sito, con l’obiettivo di migliorare il suo trust (e di conseguenza il suo posizionamento). Dal concetto di link building si è passati, oggi, a quello di Link Earning: non più link costruiti bensì link guadagnati.

Com’è cambiato Google

Google oggi è molto più capace di assegnare valore ai link, a comprenderne l’utilità, la qualità e la naturalezza. Di conseguenza, tutte quelle strategie di posizionamento basate sulla costruzione ad hoc di contenuti con il solo scopo di inserire un link verso il proprio sito hanno visto la propria efficacia precipitare (assieme al posizionamento in SERP). Ben presto, i SEO di tutto il mondo si sono resi conto della necessità di un nuovo modello operativo. Così si è passati dalla link building alla link earning.

Che cos’è la Link Earning

La Link Earning implica l’idea di un link guadagnato. Ma quando un link può essere considerato guadagnato? La differenza con i vecchi paradigmi operativi sta proprio lì: un link guadagnato è un link spontaneo, naturale, conquistato grazie al merito, alla qualità e all’utilità dei propri contenuti.

L’idea di fondo è che debbano essere gli utenti stessi, gli editor, i copy, i producer del web a produrre link verso il nostro sito. L’unico modo per riuscirci è proprio quello di generare contenuti funzionali, ben scritti, che diano una motivazione per essere condivisi e linkati.

La realizzazione del contenuto, però, è solo parte del lavoro. Il resto della strategia interessa l’attività di digital pr, perché non potete pensare di scrivere un buon contenuto per poi restare a braccia conserte in attesa che la natura del web faccia il suo corso. L’interesse deve essere stimolato tramite social, forum, attività di promozione volte a dare visibilità alle proprie produzioni. Si tratta di un tipo di attività ben più articolato rispetto a ciò che prevede la link building, più complicato certamente, ma anche decisamente più efficace oltre che gratificante.

Oggi la qualità dei link conta molto di più della quantità: forse avrai bisogne di ore di lavoro per ottenere un solo collegamento al tuo sito ma il valore di un link di qualità non può essere stimato!